“Vortice” è un libro di Clive Cussler il cui protagonista -Dirk Pitt- che lavora per la NUMA (società che esiste veramente e che si occupa di recuperare vecchi relitti in mari, oceani, laghi e fiumi), viene coinvolto in una straordinaria avventura solo perché un giorno, mentre è intento a rilassarsi su una meravigliosa spiaggia delle Hawaii, entra in possesso di un misterioso messaggio contenuto all’interno di una capsula e destinato all’ammiraglio Hunter.

Pitt si precipita a consegnare la missiva al destinatario e da lì comincerà il suo coinvolgimento nella ricerca dello “Starbucks”, un sommergibile misteriosamente scomparso tra gli abissi più profondi. Da quel momento in poi, il nostro protagonista vivrà momenti inaspettati e verrà a conoscenza di realtà impensabili, in cui tantissimi colpi di scena si riveleranno man mano al lettore che ne resterà positivamente stupito.

La mia opinione: Questo libro mi è piaciuto moltissimo. Non avevo mai letto niente di Cussler ma il suo modo di scrivere e soprattutto la trama mi hanno catturata sin da subito.
Ad una prima lettura ciò che salta subito all’occhio è l’ambientazione: tutta la straordinaria avventura di Pitt si svolge contornata da un ambiente marino: il mare fa da sfondo a tutte le vicende ed è secondo me una scelta molto interessante dato che non è così comune.

Ho trovato questa storia affascinante e sono curiosa di leggere altri libri di quest’autore. Consigliatissimo a chi ama l’avventura!

 

Recensione a cura di: Cecilia Carbonaro
Titolo: Vortice
Autore: Clive Cussler
Editore: Longanesi, 1997

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *