La lettura di un romanzo può essere un’investigazione.
Un processo che comprende analisi dell’ambiente, scoperta di tracce nascoste, deduzioni, conclusione. Conclusione non sulla storia raccontata, ma sulla personalità dell’autore.
Si legge l’opera non per vedere come va a finire, ma per conoscere il personaggio che l’ha scritta.
Gli autori di racconti personaggi lo sono sempre, spesso però la costruzione e lo svolgimento li nascondono.
Nel caso di Luigi Villa Freddi e del suo Vita e avventure di Franchino Colotti avviene il contrario.
Il protagonista, i suoi amici, il linguaggio, le citazioni sono indizi che lo scrittore lascia apparire così che il suo mondo sia il protagonista vero e si possa scoprirlo estraendo le prove dai dodici capitoli del libro.
Concepire un romanzo per realizzare un’ autobiografia è un approccio molto interessante, insolito e pieno di attrattiva.

Luigi Villa Freddi
Vita e avventure di Franchino Colotti
Lampi di stampa