Autrice, giornalista, donna di mondo, dama di casa, curiosa delle culture più diverse, conoscitrice d’arte, d’una eleganza naturale ma anche supremamente coltivata, Irene Brin in realtà si chiamava Maria Rossi.
Curioso antagonismo tra il nome comune e lo pseudonimo sofisticato. Ne ebbe molti altri di pseudonimi, si disse adottati  per non dispiacere il padre, generale. Forse scelti per una necessaria inclinazione al ‘doppio’, maschera ideale, apportatrice di libertà.

Usi e Costumi 1920-1940 è scelta di articoli su argomenti vari, tutti legati alla vita e al savoir vivre, tutti scritti con sapienza e ironia amabilissime. Tra i titoli: ‘Le ragazze’, ‘Le protagoniste’, ‘I manichini’, ‘Il guardaroba degli uomini’.
Ogni pezzo porta, in attacco, una citazione. Bastano la varietà e la qualità degli autori proposti a far innamorare il lettore.

Irene Brin
Usi e Costumi 1920-1940
Sellerio