Edmund Wilson è stato il maggior critico letterario americano del’900.
Una delle sue opere di maggior successo fu il saggio sulla storia delle rivoluzioni (da quella francese alla russa) e insieme biografia di Lenin, To the Finland Station (Stazione Finlandia) uscita a New york nel 1940.
L’analisi dei movimenti rivoluzionari è accompagnata dai riassunti biografici dei maggiori storici e intellettuali che quel periodo hanno descritto e analizzato.
Lo studio di Wilson ha il pregio dell’estrema chiarezza e anche del fascino stilistico che il grande critico sapeva unire nei suoi scritti.
Dal 1940 a oggi intere biblioteche sono state scritte su questi argomenti. Succede però che un’opera, per virtù di scrittura e genialità d’autore resista imperterrita al tempo.

Edmund Wilson
Stazione Finlandia
Rizzoli