È sicuramente capitato anche a voi di vedere in qualche film degli anni Settanta o Sessanta una scena in libreria, o in qualche casa o studio, con distese di libri nel loro stato originario, sia pur riprodotto dalla pellicola. File di Einaudi, Bompiani, Feltrinelli, impeccabilmente nuovi. C’è dunque – è poco ma sicuro – nel cercare il vecchio un desiderio di nuovo.

Il piacere di toccare un libro con cinquant’anni e più di vita ma che possa apparire nuovo è infatti ciò che m’ha spinto a comperare su Maremagnum.com questo Millennio Einaudi del 1958, i Romanzi e racconti di Alexander Puskin, a cura di Ginzburg, Polledro e Agostino Villa, prefazione di Ripellino. Un libro che di per sé sarebbe fragilissimo, con velina e fascetta che nella maggior parte dei suoi fratelli d’edizione il tempo non ha conservato, in questo caso rimasto intatto, nei materiali, nelle pagine, nell’involucro. Bellezza fuori dal tempo, che mi guarderò bene dal modificare o intaccare a costo di privarmi della lettura (una volta tanto si può fare).

@Massimiliano Varnai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *