L’arte della biografia inglese fu quasi rivoluzionata da Lytton Strachey (1880-1932), nato quinto di tredici figli in una famiglia alto borghese.
Lytton studiò al Trinity College di Cambridge. Fu legato a gruppi studenteschi quali The Midnight Society o The Apostles.
Dopo l’università iniziò The Bloomsbury Group con Clive Bell, Leonard Woolf, le sorelle Stephen, Vanessa e Virginia.
Studioso di letteratura francese e inglese si specializzò in biografie del periodo vittoriano (Eminent Victorians e Queen Victoria) e di quello di Elisabetta Ia (Elisabeth and Essex).

I Ritratti in miniatura sono profili di uomini e donne famosi del Sette e Ottocento, politici, intellettuali, mondani.
Come si capisce dal titolo sono brevi, ma sono capolavori.
La padronanza di un inglese morbidissimo, il gusto per i particolari, l’ironia che non è mai sarcasmo, sono occasione di un piacere ancora raro, nonostante gli ottant’anni di vita.

Lytton Strachey
Ritratti in miniatura
Sellerio