E’ la storia di un viaggio nelle montagne del Caucaso, da sud-est a nord-ovest, dal mar Caspio al mar Nero.
Solo che la traversata è fatta in sci, pelli di foca per salire, alta tecnica per scendere.
Mille chilometri di montagne che hanno nome Bazarduzu, Kasbek, Elbrus, Aischka, tutte cime oltre 4000 metri, salite mostruose, discese esilaranti, ostacoli quali il tempo, gli orsi, la burocrazia.

Mario Casella, svizzero, giornalista e guida alpina, assieme a Alexey Shustrov, russo, ha compiuto l’impresa.
La racconta con grande sensibilità rievocando natura, animali, tecniche di salita e diplomazia di rapporti, ma anche amicizie formate tra i tanti montanari dei luoghi, aiuto indispensabile ad affrontare l’audacia della sfida.
Ha intervallato i resoconti di montagna con la storia delle regioni attraversate. Non solo sono digressioni preziose per conoscere luoghi e cultura, ma sono pause benvenute per alleviare l’immedesimazione con le fatiche e i rischi affrontati.

Mario Casella
Nero-bianco-nero
Capelli editore