Un uomo, vestito e cappello nero, attraversa una strada davanti la mole di una cattedrale.
È Jacob Burckhardt a Basilea, sulle mosse verso l’Università, con un gran libro sottobraccio.
La fotografia ha più di cent’anni e descrive perfettamente il personaggio, schivo, studioso appassionato, storico scrupolosissimo.

Le Meditazioni sulla storia universale
sono note prese durante una vita intera, riflessioni messe su carta per tenere lezione agli studenti di Basilea.
A leggerle oggi sembra che il tempo, miracolosamente, non sia passato. E che anche noi si possa ascoltare la voce, si suppone piana e distesa, di questo straordinario comunicatore di saggezza.
Spiega eventi, civiltà, stati, religioni, l’umanità intera e ne racconta, meravigliosamente, la storia.

Jacob Burckhardt
Meditazioni sulla storia universale
Sansoni