La quinta edizione sabato 17 e domenica 18 febbraio a Cesena Fiera
Protagonista la Via della Seta, con una mostra con pezzi unici da tutto il mondo in un percorso lungo oltre XX secoli
Carta geografica del mondo arabo. Probabilmente Kashmir, fine XVIII o inizio del XIX sec.

 Cesena – Via della Seta. Basta il nome per evocare romantici scenari e condensare in un’unica espressione quel mondo vasto che è stato per secoli trait d’union tra oriente e occidente.

Rotta commerciale, ma anche potente mezzo di comunicazione con i suoi scambi di informazioni e persone, la Via della Seta torna oggi a vivere attraverso le ambiziose rotte culturali di una mostra, Manoscritti sull’antica Via della Seta, allestita sabato 17 e domenica 18 febbraio a Cesena Fiera in occasione di “C’era una volta… il libro”.
Protagonista dell’esposizione è la carta, invenzione cinese che formò e riformò intere civiltà semplicemente veicolando le idee che conteneva, e, più precisamente, la carta di illustrazioni, mappe e manoscritti miniati di rara bellezza che dal XIV al XIX secolo vennero realizzati nella regione dell’antica Via della Seta.
Diverse le rarità esposte tra cui, solo per citarne alcune: il foglio di un Corano su pergamena del IX secolo con il testo in carattere cufico antico Abbaside; un trattato persiano di astronomia Quajar su carta azzurra datato du al Hijja 1225 (dicembre 1810/gennaio 1811 AD); una carta geografica del mondo arabo risalente alla fine del XVIII secolo; una piccola stele in pietra dura scura del V sec. a.C. incisa con caratteri arabi primitivi, un astrolabio del XIX secolo probabilmente proveniente dal Nord Africa.
Insomma, un capolavoro sincretico che si fa mostra definitiva per neofiti e appassionati con la sindrome da Marco Polo, ma soprattutto una “bussola” con cui orientarsi nel passato di un glorioso impero, volgendo lo sguardo a un altrove, geografico e temporale, che ha anticipato di secoli la globalizzazione e sta tornando prepotente e magnifico a far parlare di sé.

 

 

A fare da corollario alla mostra, curata da Giuseppe Solmi (Studio Bibliografico, Ozzano Emilia) e presentata sabato 17 alle ore 16, c’è l’intero universo dell’antiquariato librario: incunaboli, cinquecentine, libri di varie epoche e pregio, incisioni, litografie, cartografia e preziosissime stampe ingiallite dal tempo compongono la quinta edizione di C’era una volta… il libro, la fiera che, con un favore di pubblico sempre crescente, fa proseliti tra collezionisti e bibliofili.

Sono oltre 80 gli espositori di questa edizione per un’offerta ricca e dal respiro internazionale che attesta la qualità di una manifestazione degna della città che fu di Malatesta Novello, ideatore della prima biblioteca civica al mondo oggi patrimonio dell’Umanità.

 

Foglio da Kitab, Libro dei Sigilli. Foglio miniato su carta, probabilmente Kashmir, XII o XIII sec.
La manifestazione si svolge in concomitanza di C’era una volta… antiquariato, la rassegna antiquaria mensile dal format inedito che, ogni terzo week-end del mese da settembre ad aprile abbina a una eccellente offerta di antiquariato di pregio il fascino del mercatino di strada, con una vasta offerta merceologica che la rende sul territorio punto di riferimento del settore.
L’evento è organizzato da Blu Nautilus (www.blunautilus.it) con il patrocinio del Comune di Cesena, della Provincia Forlì Cesena e della Regione Emilia Romagna ed in collaborazione con i maggiori siti specializzati del settore Abebooks.it, Maremagnum.com e Copernicum.it

 

 

 

Info:
C’era una volta.. il libro
Fiera di Cesena, v. Dismano 3845 Pievesestina di Cesena (FC)
Sabato 17, Domenica 18 Febbraio 2018 – h. 9/19
Ingresso € 3 intero – gratuito fino ai 14 anni e dopo i 70
www.ceraunavoltantiquariato.it  – FB evento c’era una volta il libro – V ed.
☎ Tel. 333.3308106   e.casanova@blunautilus.it

Cesena, febbraio 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *