Mescolando felicemente gli stili, da quello epico di Omero, al romanzo storico, al giallo moderno, l’autore racconta dell’indagine svolta dal patrizio romano Pomponio in un villaggio palestinese chiamato Nazaret.
Qui, un falegname di nome Giuseppe è stato condannato a morte con l’accusa di omicidio: il giovane figlio Gesù incarica proprio Pomponio di provare l’innocenza del padre, promettendogli un compenso di trenta denari.
La strada per giungere all’accertamento della verità è piena di citazioni e rimandi alla mitologia classica e alla storia sacra: sorprende l’abilità dello scrittore nell’utilizzo di tutti questi elementi per confezionare una storia diversa da quella che abbiamo imparato a conoscere, dando a Gesù una dimensione umana che lo sviluppo della sua vicenda ci farà poi perdere di vista.

Eduardo Mendoza
L’incredibile viaggio di Pomponio Flato
Giunti, 2008.

Paola, Cremona