In occasione del centenario della nascita di Roland Barthes Torino ospita, dal 6 all’8 novembre, una mostra dedicata ai suoi libri che raccoglie, tutte le prime edizioni italiane cartacee, da Il grado zero della scrittura (Lerici, 1960) a Il discorso amoroso (Mimesis, 2015), 50 volumi di 21 editori diversi.

Saranno anche esposte decine di volumi di edizioni differenti, ristampe e opere che contengono testi di Barthes.

Il 12 novembre 1915, a Cherbourg, nasceva Roland Barthes, figura capitale per la critica e la letteratura per tutta la seconda metà del Novecento, tutt’ora stampato, letto, studiato e amato.

Capace di comprendere nelle sue esplorazioni i testi della letteratura come gli oggetti del consumo quotidiano, la lingua dei classici come quella dei contemporanei, Roland Barthes ha condotto sulle cose uno sguardo onnivoro e mai quieto.

La mostra, aperta in via Giuseppe Baretti 31 a Torino dal 6 all’8 novembre, a cura di Federico Novaro e Marco Mondino, è un’iniziativa di FN, progetto trasversale di cultura e critica editoriale, ed intende essere una significativa testimonianza di un pezzo di cultura e di editoria italiana attraverso la materialità delle sue testimonianze cartacee.

@Redazione

http://www.maremagnum.com/ricerca/risultati?search%5Bhas_image%5D=Solo+risultati+con+immagine&search%5Bkeyword%5D=roland+barthes

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *