Pescheremo ancora dalla Biblioteca delle Silerchie, ingegnosa collana de Il saggiatore, indispensabile raccolta di testi brevi nei riconoscibilissimi libri dalla cartonata copertina illustrata e la bella carta all’interno. Oggi parliamo delle poesie di Nabokov, uscite nel marzo del 1962, numero 80 della Collana. Copertina di Riccardo Sallustio, traduzioni di Alberto Pescetto ed Enzo Siciliano, testo a fronte, nessun’altra traduzione in commercio attualmente. Si può chieder di più a un libro?

Nabokov scrisse poesie nelle sue tre lingue, russo, francese e inglese. Questa preziosa edizione riporta alcune liriche russe e le uniche quindici scritte in inglese. Si legge in una nota – piuttosto interessante – che Nabokov ha richiesto la presenza del testo a fronte e ha verificato che la versione fosse, anche a scapito di rime ed equivalenze linguistiche, la più letterale possibile.

@Massimiliano Varnai

 

Cerca il libro su  https://www.maremagnum.com/ricerca/risultati?search%5Bkeyword%5D=nabokov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *