Uscito per la prima volta in Italia nel 1935, il volume di Julius Schlosser Magnino La letteratura artistica. Manuale delle fonti della storia dell’arte moderna riesce a essere il primo e quasi l’ultimo libro sull’argomento, giungendo senza traumi a essere ancora oggi un testo fondamentale per lo studio della scrittura d’arte e sull’arte, adottato nei programmi d’esame delle maggiori università italiane.

Adottato ma fuori catalogo, curiosamente e inesorabilmente. Tanto che su Maremagnum (nonostante del libro esista anche una terza edizione La nuova Italia degli anni Settanta) attualmente si trova una sola sparuta copia, quella della primissima del ’35, ad un prezzo che supera i cento euro.

La scansione che trovate allegata al pezzo è quella della seconda edizione, sempre La nuova Italia ma 1956, bibliograficamente aggiornata da Otto Kurz e tradotta da Filippo Rossi. Un libro di grande mole, più di settecento pagine in quarto.

Il titolo originale Die kunstliteratur (Wien 1924) trova, nella facoltà tutta tedesca di assemblare in un’unica parola due parole, un ottimo termine, kunstliteratur appunto, nel quale compattare immediatamente e in un sol colpo l’oggetto della ricerca.

@Massimiliano Varnai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *