David è un bambino dotato di una sensibilità innata che ha la sfortuna di venire al mondo in una cittadina del profondo Sud degli Stati Uniti, miserabile, bigotta e razzista pochi anni prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale.
Una serie di tragici episodi segnano la sua vita: il difficile rapporto con il padre, poi scomparso in guerra, la malattia mentale della madre, che impazzisce per il dolore della perdita del marito, il rifiuto della comunità, che ostenta una religiosità solo apparente (il titolo del libro fa riferimento alla venuta di uno dei tanti predicatori che anche oggi cercano di fare proseliti).
Unica confidente del protagonista la zia, che lascia la carriera, ormai in declino, di cantante di night club e porta lo scandalo in città.

JOHN KENNEDY TOOLE/LA BIBBIA AL NEON

Andrea, Pavia