Come è necessario confrontarsi, con questa poesia!
Proprio mettersi di fronte e dialogare con lei. I versi ti ingaggiano e non ti lasciano libero di sfuggire al loro significato e al loro linguaggio.
La bellezza del nero di Daniela Muti propone, a cominciare dal bellissimo titolo, un viaggio che usa luoghi, visioni, e soprattutto le sensibilità più recondite, per permettere al dolore, che è fonte predominante del libro, di avere voce.

Il linguaggio della poetessa è cresciuto nel tempo.
Espressività e immagini sono maturate in consapevolezza e capacità di traduzione di tutti i significati presenti nelle poesie.
Il nero è bello anche se doloroso.
Il dolore però, si trasforma in conforto, non soltanto per la profonda bellezza dei versi, ma per il valore dell’esplorazione e della confessione.
Non disperazione perciò, ma coraggio.

Daniela Muti
La bellezza del nero
La vita felice