“Kay Scarpetta” e un romanzo di Patricia Cornwell, scrittrice americana di successo.
Il racconto si apre incentrandosi immediatamente sulla figura di Kay Scarpetta, dottoressa specializzata in medicina legale e personaggio chiave di tutta la narrazione.
Costei viene contattata dal dipartimento di polizia di New York in quanto un paziente dell’ospedale psichiatrico di Bellevue – Oscar Bane- avrebbe chiesto esplicitamente di parlare con lei.
Bane, accusato di aver commesso l’omicidio della sua fidanzata Terri, sostiene di non essere l’autore del delitto e pertanto si affida completamente alle capacità della dottoressa Scarpetta.
Interrogatori, dubbi e avvenimenti ambigui si susseguiranno pagina dopo pagina sino a condurre il lettore ad un finale inaspettato e per certi aspetti inquietante.
La mia opinione: In questo romanzo – dal linguaggio molto diretto – sono presenti parecchi personaggi ed è quindi necessario prestarci attenzione onde evitare di perdere il filo e non capire più la trama. Ho apprezzato particolarmente la capacità descrittiva dell’autrice che mi ha permesso di immaginare nitidamente ogni luogo\situazione narrata ed inoltre tra tecnologie, indagini psicologiche e colpi di scena si rimane con il fiato sospeso fino alla fine.

 

Recensione a cura di: Cecilia Carbonaro
Autore: Patricia Cornwell
Editore: Mondadori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *