Benvenuta Livia. Prima di parlare di libri, ci piacerebbe raccontare la storia di Forma Edizioni partendo proprio dal suo nome: “forma”. Come nasce la casa editrice e qual è la sua filosofia?
Forma è un’iniziativa editoriale sviluppata al fine di consentire la divulgazione e la conoscenza di percorsi ed esperienze che interessano l’arte, l’architettura, la fotografia e più in generale per promuovere le migliori ricerche in ambito produttivo, tecnologico, di trasformazione del territorio, degli stili di vita e dell’abitare contemporaneo.
Volontà della casa editrice è dare “forma” alle tracce espressive che animano il dibattito culturale di oggi.
Caratteristica comune di ogni pubblicazione è l’alta qualità del prodotto, delle immagini, della stampa, dei processi tipografici o informatici impiegati oltre che una mirata diffusione e distribuzione in luoghi come librerie specializzate, bookshop di musei e luoghi espositivi, che aggiungono alla normale reperibilità in rete, quella necessaria e indispensabile presenza nei “siti“ dove si costruiscono opinioni e valutazioni di merito.

“Tuffiamoci” nel catalogo di Forma! Parlaci del primo libro che avete pubblicato e come si è specializzata la casa editrice negli anni.
Abbiamo fatto tanta strada dal nostro primo libro! Quella pubblicazione risale al 2009 e illustra il progetto del restauro e ampliamento dell’ex Ospedale Militare posto sull’isola de La Maddalena, trasformato in occasione del G8 in una complessa struttura ricettiva pensata per ospitare i grandi della terra.

Da quel momento ci siamo concentrati sempre di più sulle realtà contemporanee che abbracciano diversi ambiti dell’architettura, come la produzione di vini (Tre Cantine di Fiorenzo Valbonesi o il più recente Cantine da Collezione a cura di Luca Molinari) o centri culturali di aggregazione come il LAC di Lugano a opera di Ivano Ganola o progetti realizzati per il mondo della moda, come la carrellata che offre Under 50 Over 5000 a opera di Antonio Barbieri.

Ogni libro è una ricerca scientifica sui protagonisti più influenti della nostra società, ed ecco che siamo passati dal design di Karim Rashid al Superstudio di Adolfo Natalini. Le esposizioni d’arte che suscitano il nostro interesse spaziano da grandi maestri che non hanno bisogno di presentazione e fiere internazionali come Art Basel a protagonisti come Glenn Brown o John Currin, tutti accuminati da una ricerca attenta e in continua evoluzione.

Quali sono le collane che compongono il catalogo?
La casa editrice si divide in tre macro aree di interesse: architettura, arte e design.

Tra i volumi di architettura possiamo annoverare una serie di pubblicazioni su opere contemporanee, cito per esempio la monografia sulla Nuvola dello studio Fuksas oppure la Cantina Antinori dello Studio Archea, la collana ONE, dedicata agli architetti contemporanei, in cui ogni volume presenta un progetto di uno studio in particolare, la collana Letture Critiche, che dà voce alla ricerca in ambito universitario, e la serie di guide di architettura ON THE ROAD, che ha già visto la pubblicazione di città architettonicamente interessanti come Amburgo, Mosca, Milano, Londra e Firenze e che questo autunno si arricchirà con Napoli e Barcellona.

I nostri cataloghi d’arte sono stati pubblicati in occasione di esposizioni di grandi maestri contemporanei, come Lucio Fontana, Arnaldo Pomodoro, Alighiero Boetti, Paolo Scheggi e Alberto Burri, oppure hanno raccontato mostre di rilievo come quelle ospitate al Forte di Belvedere di Firenze, ricordiamo Giuseppe Penone, Antony Gormley, la collettiva Ytalia o la mostra antologica di quest’anno su Eliseo Mattiacci, GONG.

Nelle pubblicazioni di design rientrano monografie di designer contemporanei e la collana TOP TEN, a cura di Carlo Vannicola, che analizza la produzione e la filosofia di uno studio in particolare.

Avete avuto qualche collaborazione particolare con architetti, artisti, designer, ecc di cui vuoi parlarci?
Forma annovera importanti collaborazioni con personalità di alto spessore intellettuale e di fama internazionale, tra cui Adolfo Natalini, architetto fondatore del Superstudio, Sergio Risaliti, critico e storico dell’arte, Luca Molinari, critico d’architettura. Può inoltre contare in maniera continuativa sul supporto scientifico di Riccardo Bruscagli, già Preside della Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Firenze e Laura Andreini, architetto e docente presso la Facoltà di Architettura di Firenze.

Tra gli enti con cui si è stabilita una collaborazione fruttuosa e duratura possiamo ricordare luoghi come il Forte di Belvedere o il Museo Stefano Bardini di Firenze, oppure prestigiose gallerie d’arte, tra le quali Tornabuoni Art, Gagosian, Galleria Continua, David Zwirner e White Cube.

Vuoi anticiparci qualche titolo di prossima pubblicazione?
Come anticipato, stiamo lavorando alle guide di architettura su Napoli e Barcellona, in più entro l’anno è prevista l’uscita di un copioso volume sul rapporto del design contemporaneo con la città di Milano dal titolo The Design City – Milano città laboratorio, e un volume che studia la diversità di materiali in architettura, Materials.

Una domanda “secca”. E-book: sì o no?
Una realtà editoriale in crescita come la nostra non può esimersi dalla sfida delle nuove tecnologie, tuttavia per diversi motivi che spaziano dalle tempistiche alla difficoltà di resa – penso principalmente ai cataloghi d’arte – non abbiamo ancora avuto modo di approfondire la questione.

A oggi abbiamo pubblicato in versione e-book il volume La serie e il paradigma – Franco Purini e l’arte del disegno presso i moderni e abbiamo realizzato un’app per la nostra guida di Amburgo, disponibile su App Store. Ci auguriamo di avere la possibilità di arricchire il nostro catalogo anche sotto questo aspetto.

Quali sono le prossime fiere di settore alle quali i nostri lettori possono venire a trovarvi?
Abbiamo presentato i nostri prodotti durante l’ultima Fiera di Francoforte (mercoledì 10 ottobre – domenica 14 ottobre 2018), presso la fiera Firenze Libro Aperto (28-30 settembre 2018) e presto saremo presenti alla Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria Più Libri Più Liberi presso La Nuvola Eur (5-9 dicembre 2018)

Grazie e a presto!
Grazie a voi! Vorrei approfittare di questa intervista per ricordare ai nostri lettori di non esitare a contattarci per ogni informazione all’indirizzo info@formaedizioni.it e di seguire le nostre pagine FB e Instagram per essere aggiornati sulle nostre uscite!

Scopri il catalogo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *