Sono decine, centinaia, le baie che il Pacifico forma lungo la costa occidentale dell’America centrale (dalla California a Panama).
Baie enormi, baie piccole, dolci e protette o inaccessibili, tutte vergini o quasi al tempo del libro che suggerisco.
Uno yacht privato, lo Zaca, ha ospitato per sei mesi un gruppo di scienziati guidati da William Beebe. Un magnifico laboratorio semovente.
Hanno esplorato la costa, il mare profondo e la riva, le zone aride e le foreste tropicali. Hanno studiato pesci, mammiferi, uccelli, serpenti e farfalle.
Hanno visto un tratto di mondo quasi fosse un’arca di Noè ricchissima e intoccata.
Il racconto che ne ha tratto Beebe, magnifico di scienza e poesia, fu uno dei suoi capolavori.
Si dovrebbe davvero riesumarlo e leggerlo, per una boccata d’ossigeno in questi nostri tempi difficili.

William Beebe
Il libro delle baie
Bompiani