Il Dibbuk di An-Ski Sholem è una pièce teatrale suddivisa in tre atti.

La trama ruota intorno a desideri e sentimenti repressi e il tutto si svolge in una cittadina immaginaria e in un’epoca imprecisata.

Khonen, un giovane forestiero, s’innamora di Leye figlia di un ricco vedovo. Cosciente del fatto di non poter chiederle la mano a causa della sua condizione di miseria, inizia a dedicarsi a degli studi occulti fino ad arrivare a perdere la ragione e la retta via.

Tutto ciò oltre che alla perdita della lucidità, lo condurrà alla morte dopo aver appreso che la sua amata Leye sarà data in sposa ad un giovane facoltoso.

Dopo la morte di Khonen avverrà l’irreparabile con l’entrata in scena del Dybbuk.

Il Dybbuk, derivante da “dibuk meruach raa” ovvero l’attaccarsi di uno spirito, indica nella tradizione ebraica popolare l’anima di un defunto che, non riuscendo a trovare il proprio posto nel mondo, né tantomeno a raggiungere una qualche forma di redenzione, entra nel corpo di una persona viva.

Il dybbuk è come una sorta di collegamento tra il regno dei vivi e quello dei morti e può essere animato sia da buone che da cattive intenzioni anche se le prime risultano nettamente maggiori.

Ad uno spirito incapace di portare a termine la propria funzione (se ha commesso atti gravi tra cui omicidio o suicidio) viene data un’altra possibilità proprio sotto forma di questo spirito. Se una volta posseduto il corpo di un essere vivente riuscirà a “redimersi”, potrà abbandonarlo.

In questo caso, Khonen s’impossesserà del corpo e dell’anima dell’amata e da lì si giungerà alla scoperta di profonde verità e di promesse non mantenute.

Ho apprezzato molto questo libro perché mi ha dato la possibilità di apprendere quest’interessante parte della tradizione ebraica di cui non ero a conoscenza.

Il volume è ben strutturato e guida il lettore passo passo proponendo una breve introduzione in cui viene spiegata sia la trama che la figura del “Dybbuk”. Il glossario posto alla fine del terzo atto è uno strumento utilissimo per comprendere la storia e conoscere i personaggi.

@Cecilia Carbonaro

http://www.maremagnum.com/libri-moderni/il-dibbuk-fra-due-mondi/130406773

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *