Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

ALDUS CLUB | Virginia Woolf sotto la lente del bibliofilo | 17-3-2021 h.18

Marzo 17 @ 18:00 - 18:30

VIRGINIA WOOLF SOTTO LA LENTE DEL BIBLIOFILO
Prime edizioni e curiosità̀ bibliografiche
A cura di Noemi Veneziani

L’Aldus Club ama mettere in luce la bibliofilia della nuove generazioni, come anche dimostrare che, a dispetto di ciò che si è pensato in passato, esiste un gran numero di donne bibliofile. E quindi siamo lieti di ospitare Noemi Veneziani, giovane studiosa di storia del libro e collezionista, che ci parlerà dei retroscena dietro alla pubblicazione delle opere della grande scrittrice inglese.

Virginia Woolf (1882-1941) è un’autrice che, fortunatamente, oggi non ha bisogno di molte presentazioni, ma che in passato è stata spesso fraintesa. Madre di uno stile narrativo del tutto nuovo per l’epoca e che rispecchia perfettamente lo spirito modernista di cui ella è intrisa, Woolf realizza e pubblica i propri saggi e i propri romanzi con il marchio della casa editrice Hogarth Press fondata assieme al marito Leonard, e affidando all’estro della sorella Vanessa Bell, celebre pittrice, la realizzazione delle copertine considerate dai collezionisti delle vere e proprie opere d’arte.

D’importanza non marginale sono alcuni aneddoti e testimonianze riportate non solo da Leonard e Virginia nello specifico, ma anche e soprattutto da chi viveva intorno a loro – di particolare interesse sono le parole degli assistenti di Leonard nell’officina della Hogarth e degli scrittori che, dando prova di estremo coraggio, sottoposero a Virginia la lettura dei propri scritti.

Mentre in Inghilterra la scrittrice diventava una figura sempre più rilevante nel panorama intellettuale a lei contemporaneo, in Italia arriva solo negli anni Trenta grazie alla casa editrice Arnoldo Mondadori, che pubblica, nella collana Medusa, due dei romanzi che tutt’oggi rientrano probabilmente tra i più apprezzati e conosciuti di Woolf: Orlando e Flush. Biografia di un cane. Con l’inasprirsi della Seconda Guerra Mondiale, Mondadori è costretto a sospendere ogni altra pubblicazione già̀ inserita nel programma editoriale per riprendere solo nel 1946 con la pubblicazione di Mrs Dalloway nella nuova e prestigiosa collana Il Ponte. A questo punto, “il caso Woolf” inizia a farsi sempre più complicato a causa delle numerose resistenze da parte di Leonard e della Hogarth nei confronti di un editore che sembra voler compiere grandi cose ma che, in realtà̀, fatica a rispettare le promesse, lasciando così spazio alla concorrenza che, a poco a poco, sembra accorgersi dell’importanza e della forza della penna woolfiana.

Durante l’incontro si parlerà̀ del lavoro svolto dalla Hogarth Press in relazione alle opere di Woolf, selezionandone alcune tra le più interessanti e meno conosciute per metterle successivamente a confronto con la rispettiva prima edizione italiana soffermandosi, in brevi excursus, su quelli che sono gli aneddoti che hanno caratterizzato la vicenda di alcune di queste. L’obiettivo che ci si propone consiste nel trattare della materia woolfiana filtrata dalla lente del collezionista.

Noemi Veneziani (1991), bibliofila e articolista, dopo aver conseguito la laurea in Filosofia nel 2015, ha continuato a dedicare alla propria passione per i libri i ritagli di tempo che riusciva a ricavarsi tra casa e lavoro. Da più di un anno, però, si occupa a tempo pieno di editoria collaborando con diverse case editrici in veste di editor e articolista. Ha curato una rubrica interamente dedicata alla letteratura per una piccola casa editrice romana e coopera stabilmente con Maremagnum.com. In occasione dell’edizione del Salone della Cultura di Milano 2020, ha partecipato come relatrice alla conferenza Donne bibliofile: una passione in crescita – accanto a Chiara Nicolini (Capo Dipartimento Libri della Pandolfi Casa d’Aste), Laura Bartoli (esperta e traduttrice di Charles Dickens) e Cristina Balbiano d’Aramengo (restauratrice e legatrice di libri). Infine, a partire dal mese di marzo 2020, ha preso contatti con l’Italian Virginia Woolf Society iniziando a redigere articoli tematici e alla partecipando, in veste di collaboratrice, a un programma di ricerca annuale coordinato dalla dott.ssa Elisa Bolchi, ricercatrice tra le massime esperte di Virginia Woolf in Italia.

L’incontro avrà luogo mercoledì 17 marzo alle 18.00 e durerà circa 40 minuti, seguiti da un approfondimento durante il quale si potranno porre domande alla relatrice.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

L’incontro avverrà sulla piattaforma Zoom (https://zoom.us/), che dovrà essere preventivamente scaricata da ogni singolo partecipante sul proprio pc, tablet o cellulare.

Coloro che desiderano partecipare sono gentilmente invitati a PRENOTARSI rispondendo a questa mail. Chi si sarà prenotato riceverà il 18 febbraio la mail con il link Zoom per connettersi.

Ai sensi e per gli effetti di cui al Regolamento UE 679/2016 si informa che l’evento sarà registrato e che la partecipazione ad esso costituisce la manifestazione del consenso a tale registrazione.

Ringraziamo Matteo Morelli per la grafica.

IMPORTANTE: Gli incontri sono aperti ai Soci dell’Aldus Club. È possibile associarsi qui: http://www.aldus-club.it/area-soci/
Aldus Club – Associazione Internazionale di Bibliofilia

www.aldus-club.it

 

Dettagli

Data:
Marzo 17
Ora:
18:00 - 18:30
Tag Evento:
, ,

Organizzatore

Aldus Club
Email:
Aldusclub1990@gmail.com

Luogo

Zoom