Cendrars, Blaise, scelse questo suo pseudonimo a New York nel dicembre del 1911.
La figlia Miriam, molti anni dopo trovò un piccolo ritaglio di carta, un appunto: "Tout ce que j’aime et que j’étreins se transmue aussitôt en Cendres". Era la spiegazione dell’origine del nome di poeta di suo padre.

Frédéric Louis Sauser (1887-1961), nato a La-Chaux-de-Fonds fu soprannominato (quanti doppi!) Le suisse errant da Max Jacob, perchè mai rifiutò il richiamo di ciò che lui chiamava l’inconnu, fossero luoghi, esperienze o persone.
Dal mondo intero è raccolta di composizioni in versi (versi liberi).
I titoli: Pasque a New York, Prosa della Transiberiana, Poesie elastiche dicono che i luoghi contano. Ma, fossero solo reminiscenze geografiche, non avrebbero lo straordinario potere di suggestione e la forza di un sentimento personalissimo eppure universale, che arrivano a noi dal poeta che fuggiva nel mondo per ritrovare se stesso.

Blaise Cendrars
Dal mondo intero
Guanda