Rizzoli propone una nuova edizione del Codice Serafino, libro scritto e illustrati dall’artista italiano Luigi Serafini tra il 1976 e il 1978: un’enciclopedia surreale, scritta in un alfabetico, che lo stesso autore ha definito asemica e non trascrivibile in alcuna lingua esistente o immaginaria, durante una conferenza alla Oxford University Society of Bibliophiles nel maggio 2008.

Il codex è una reinterpretazione in chiave fantastica di materie quali botanica, etnografia, mineralogia, zoologia, architettura etc.

Il libro ha riscontrato da subito un certo successo,  sopratutto tra molte personalità della scena letteraria come Italo Calvino, Federico Zeri, Achille Bonito Oliva, e Giorgio Manganelli.

@Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *