E.M. Forster è un osservatore, un ricercatore e un collezionista.
E’, naturalmente, anche un romanziere dei più raffinati.
Osservare la gente, ricercarne gli stati d’animo e collezionare modi espressivi e fisionomie, è la sua passione e il nostro diletto.

Camera con vista è il terzo romanzo di Forster, uscito nel 1908.
La storia è ambientata in Italia e in Inghilterra. E’ una storia d’amore. Ha una tesi precisa: lotta alla repressione dei sentimenti tipica dell’epoca vittoriana. Ha uno happy end.
Il suo valore sta nella capacità dell’autore di catturare tutte le gradazioni, di idee e linguaggio, necessarie alla costruzione del plot e alla esplorazione psicologica del personaggio femminile principale.
Forster le dà nome Lucy, ma è di lui stesso che scrive, della sua repressione, e della sua speranza di superarla.

E.M. Forster
Camera con vista
Mondadori