Scrittori che scrivono su scrittori : è un’abitudine che dura da tempo, e il risultato può far nascere un dubbio ai lettori. Potrebbe sembrare una pratica di bottega, mutuo soccorso o serpificio, oppure un vantaggio. La mia esperienza è a favore della tesi del vantaggio.

Gli autori sono spesso i più dotati esploratori dei libri dei loro confrères. Li comprendono a fondo e ne sanno scrivere come raramente riescono i critici di professione.
Il piccolo libro di Beckett su Proust uscì nel 1931, poco dopo la morte dello scrittore francese. Il risultato è uno scritto di grande penetrazione, raffinata comprensione della visione di Proust e, nonostante la scrittura complessa, ricco di intelligenza e sensibilità.
Consigliabilissima la doppia lettura : prima l’opera di Proust poi l’analisi di Beckett.

Samuel Beckett
Proust
SE