Se amate leggere e siete dei buon gustai questo libro è quello state cercando. Una ricca rosa di professori universitari e appassionati si è messa al servizio della tavola, preparando e sfornando quasi cinquanta saggi sugli ingredienti della cucina italiana descrivendone la storia attraverso gli occhi della letteratura.

Il cibo viene presentato con gli occhi di Dante, Petrarca, Pascoli, Camilleri, e molti altri autori italiani contemporanei e non. Interessanti le riflessioni su quei cibi, come il burro, che oggi sono demonizzati e che in passato erano trattati con il massimo riguardo, cosí come è notevole lo scarso interesse dimostrato agli inizi per il cioccolato che oggi è uno dei prodotti maggiormente commercializzati.

“Banchetti letterari” è effettivamente un pranzo cui si abbinano alle pietanze le loro peripezie letterarie. Dall’aglio al tartufo, dalle polpette alla pizza, dalla birra alla cucina ebraica, questo affascinante libro racconta la storia dell’uomo attraverso la sua alimentazione e la sua letteratura. Una lettura piacevole, scorrevole e stimolante che vi fará venire voglia di cucinare e di andare alla ricerca dei testi citati aprendovi gli occhi sul gigantesco mondo della cucina letteraria.

 

Recensione a cura di Lorenzo Grazzi

Titolo: Carocci
Editore: Banchetti Letterari, Cibi, pietanze e ricette nella letteratura italiana da Dante a Camilleri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *