[Anton Giulio Bragaglia], Profezie per il 1916 della veggente contessa Aurelia, Roma, E. Matteucci, 1916.

Volume interamente riprodotto in digitale dalla Biblioteca Nazionale di Roma. Nonostante sia stato pubblicato anonimo, l’attribuzione a Bragaglia sembra ormai consolidata. Pare infatti che questa popolare chiromante di Via dei Pontefici fosse un’abituale frequentazione di tutto il gruppo dei futuristi romani, che inaugurarono con questo libro una serie di repertori annuali delle sue profezie. Il legame tra il gruppo futurista e questo libro è anche confermato dalla copertina del volume, che riproduce un disegno di Enrico Prampolini apparso sul periodico «La Ruota» del 25 gennaio 1916. La cosa interessante, peraltro, è che questo resoconto delle profezie della veggente, dopo l’edizione del 1916, venne regolarmente pubblicato ogni anno fino al 1927, anno della sua morte (chissà se riuscì a prevederla…). Come questo, gran parte dei dodici volumetti pubblicati negli anni successivi risultano senza autore e forse dietro l’anonimato di ogni singolo libretto si nasconde qualche altro autore illustre, magari anche lo stesso Bragaglia. Oltre che dalla Biblioteca Nazionale di Roma questo volume è censito dalla Biblioteca Romana dell’Archivio Capitolino e non mi risulta mai apparso sui cataloghi.

Lucio Gambetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *