Andrà all’asta il prossimo 11 novembre una delle dieci copie rimaste della preziosa e rara Sinner Bible, o Bibbia dei Peccatori.

Anno 1631. Stampa della Bibbia. Errore o stanchezza, fatto sta che invece di “non commettere adulterio”, un “non” mancante, incita invece a uno dei peccati, tanto deplorati da Mosè.

Conosciuta come “Wicked Bible” e stampata in origine in 1000 copie, ha creato non pochi problemi ai due imprudenti stampatori: trascinati al cospetto di Carlo I, Robert Barker e Martin Lucas, hanno perso la licenza e sono stati multati allora per l’incredibile cifra di 300 sterline. Naturalmente la maggior parte della tiratura è stata distrutta.

Voci di corridoio dicono che però non fu un errore, ma di un deliberato atto di sabotaggio da parte di un concorrente disonesto, per mettere in ginocchio l’attività di Baker, che morì in prigione nel 1642.

Base d’asta 15mila dollari.

@Antonietta Usardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *