“La sua anima se ne va a passeggio per i campi del passato”, questa è una delle tante bellissime idee/immagini che Joseph Roth propone in A passeggio per Berlino.
Il libro è una raccolta di corrispondenze che Roth pubblicò nel 1920 su svariati giornali dell’area tedesca.
L’interesse di Roth per Berlino è tutto salvo che edonistico e superficiale.
Il mondo dei diseredati, degli stranieri a rischio, degli ebrei emigrati dall’est in cerca di vana sicurezza è ciò che lo spinge a scrivere e coinvolge noi senza tregua. Senza tregua ma anche senza disperazione perchè Roth non perde mai la sua forza, conscio com’è che anche le cose più difficili  vanno affrontate con ironia e, con spavalderia, riscattate dall’angoscia.

Joseph Roth
A passeggio per Berlino
Passigli Editori