Gli articoli di Maremagnum

Tratti da Wuz – rivista di bibliofilia diretta da Ambrogio Borsani – e da Charta – bimestrale di bibliofilia e collezionismo cartaceo (libri, manifesti, fumetti, cartoline…) – Maremagnum ha messo in rete e continuerà ad incrementarne la scelta, gli articoli che la rivista ha prodotto in sei anni di attività . Sono articoli che parlano di libri : della loro storia editoriale, dei loro autori e degli editori che li hanno prodotti. Chiunque ami i libri e li ricerchi sarà interessato a conoscere meglio la loro storia e il perché della loro rarità e importanza.

  • Dalle lettere di pagamento in fiorini agli assegni in euro.

    Roma, Parigi, Berlino nei decenni a cavallo tra fine Ottocento e inizio del XX secolo, nelle sale di un grande albergo, di un Club o di un Casino di gioco. Un gentiluomo, elegantemente vestito, paga il suo conto d‘albergo, del Club o il suo debito di gioco: ordina a un cameriere di portargli dei moduli […]

    Read more...
  • I versi di Rebora, la prosa di Antonicelli

    Pubblicato su Charta, n. 70, pp. 52-53. Di Sandro Dorna FRAMMENTI LIRICI di Clemente Rebora “L‘egual vita diversa urge intorno; / Cerco e non trovo e m‘avvio / Nell‘incessante suo moto: / A secondarlo par uso o ventura, / Ma dentro fa paura.” Sono i primi versi dei Frammenti lirici e racchiudono in maniera perfetta […]

    Read more...
  • Buon pesce d’aprile!

    Charta, n. 69 Di Enrico Sturani “Non le pare che ci sia un certo simbolismo?” Questa domanda risuona alle mie spalle, mentre sfoglio il sesto (e ultimo) degli album contenenti la più grande collezione di cartoline dedicate al Primo d‘aprile. A pormela è una gentile, minuta vecchietta, in un elegante salotto affacciato sui tetti di […]

    Read more...
  • Le forbici di Andersen

    Charta, n. 69. Francesco Rapazzini In tutto il mondo è conosciuto come Hans Christian Andersen. In Danimarca è semplicemente e solo H.C. Andersen. In tutto il mondo si conoscono e sono costantemente tradotte le sue fiabe. In Danimarca è noto pure per i suoi romanzi, le sue pièce di teatro, i suoi diari di viaggio, […]

    Read more...
  • Segno particolare Beppe Porcheddu. L‘opera di un artista poco italiano.

    Charta, n. 68 Quando all‘inizio degli anni Settanta, sull‘onda della riscoperta del fumetto e della sua promozione al rango di prodotto autorale, ci si incominciò a interrogare sui grandi figurinai della prima metà  del XX secolo (grafici, cartellonisti, autori di bozzetti di moda, disegnatori di fumetti, illustratori di libri), ci si accorse che le tracce […]

    Read more...
  • Ali di fantasia. Leonardo Sinisgalli, i bambini, la pubblicità .

    Charta, n. 70. Su Leonardo Sinisgalli (1908-1981) esiste una ricchissima bibliografia, documentata, severa, estrosa, rutilante. Di questo ingegnere, che riesce a conciliare la poesia con il furor matematicus, si sono occupati i nomi più insigni delle nostre cose letterarie, Ungaretti, Cecchi, Vigorelli, Bo, Assunto, Roberti, Falqui. Nessun poeta della sua generazione può vantare tanta qualificata […]

    Read more...
  • Il libro del teppista Ottone Rosai

    Wuz, n.4, luglio-agosto 2006 Pasquale Di Palmo Il libro del teppista Ottone Rosai La figura del ‘teppista’ sembra caratterizzare le opere delle avanguardie che operano nei primi decenni del Novecento, in particolare del futurismo. Non soltanto il movimento italiano capeggiato da Marinetti che conduce un’ acerrima battaglia contro quello che viene definito il passatismo borghese […]

    Read more...
  • Le varie vite di Novissima

    Wuz, n.4, luglio-agosto 2006 Giuseppe Jannaccone Le varie vite di Novissima Per molti è stata l’espressione più elegante del liberty italiano. Difficile dar loro torto : chi avesse tra le mani un numero qualsiasi di ‘Novissima. Albo d’arti e lettere’ non potrebbe che rimanere ammirato dal suo aspetto. Forma rettangolare, copertina a colori e all’interno […]

    Read more...
  • Immaginazione e storia di Elsa Morante

    Wuz, n.4 luglio-agosto 2006 Hilarius Moosbrugger Immaginazione e storia di Elsa Morante E’ curioso il gioco dei nomi nella vita di Elsa Morante. Nata a Roma da Irma Poggibonsi e Francesco Lo Monaco, suoi genitori naturali, ebbe come padre legittimo Augusto Morante, marito della madre. Il suo cognome perciò, dal suono particolarmente eufonico, è un […]

    Read more...
  • Luigi Meneghello Malo, UK

    Wuz, n. 5, settembre-ottober 2007   Hilarius Moosbrugger   Luigi Meneghello Malo, UK     Il gusto per le parole -origine, significato, suono, addirittura segno grafico- è comune a molti autori. Però, è difficile trovare chi ne faccia la fonte della propria identità , dei ricordi, dei sentimenti, di tutta la vita insomma.Luigi Meneghello lo ha […]

    Read more...
  • Federico Garcìa Lorca Impresiones y Paisajes

    Wuz, n.5, settembre-ottobre 2004   Armando Audoli   Federico Garcìa Lorca Impresiones y Paisajes     "Sul fondo, il fitto drappeggio di una tenda e un abat-jour; a ridosso di questi due elementi, un quadro con un primo piano di pini e, in lontananza, una casa bassa dal comignolo fumante; a destra del quadro, una […]

    Read more...
  • La grande stagione di Valentino Bompiani

    Wuz, n.5, settembre-ottobre 2004   Hilarius Moosbrugger   La grande stagione di Valentino Bompiani   Via San Primo, a Milano, sarebbe piaciuta a Balzac. Il lungo muro di mattoni rossi del Senato la delimita a nord. Sul lato opposto due o tre palazzi dell’inizio del ’900 si affacciano sulla strada, ne ricevono poca luce, rivelano […]

    Read more...
  • Le edizioni di Documento

    Wuz, n.1, gennaio-febbraio 2005   Giuseppe Iannaccone   Le edizioni di Documento     Sono spesso raffinati nella veste tipografica, anche se stampati da imprese editoriali improvvisate, povere di mezzi, talvolta decentrate rispetto ai centri culturali tradizionali o relegate a marginali e ristretti canali di distribuzione.Eppure, specie tra le due guerre, un’immaginaria silloge dei libri […]

    Read more...
  • Giacomo Debenedetti : i ‘Racconti critici’

    Wuz, n.1, gennaio-febbraio 2005   Hilarius Moosbrugger   Giacomo Debenedetti : i ‘Racconti critici’       "Che cosa fece Verdi ? Smaltì, stringendolo tra le sue mani ossute di contadino, tutto il ciarpame del mondo melodrammatico; sventrò quelle pittoresche marionette di avventurieri, galanti, zingare, trovatori senza terra, gobbi, assassini, vergini recluse, peccatrici minate dal […]

    Read more...
  • La felice tristezza di Guido Gozzano

    Wuz, n.1, gennaio-febbraio 2005   Armando Audoli   La felice tristezza di Guido Gozzano     Nervoso. Se dovessimo forzare in un aggettivo il carattere più intimo di Gozzano, ci piacerebbe definirlo così : nervoso. Contro ogni stucchevole fraintendimento in chiave civettuola, contro ogni tardo manierismo da cartolina fin de siècle.Secco e pallidissimo, nevrile e […]

    Read more...
  • Le note bruciate di Dossi

    Wuz, n.3, aprile 2002 Hilarius Moosbrugger Le note bruciate di Dossi Questa è la storia di 12 su 5.794 ‘note’, di argomento così scabroso da causare l’ invio al macero di due edizioni Ricciardi dell’ opera più famosa di Carlo Dossi, le Note Azzurre, e  fornire una ghiotta opportunità  ai bibliofili più raffinati o fortunati, […]

    Read more...
  • I ricercati di Facchi

    Wuz, n.4, maggio 2002   Olivia Barbella   I ricercati di Facchi     In poco più di dieci anni, dal 1913 al 1924, Gaetano Facchi partecipa ai più vivaci fermenti culturali e a esperimenti editoriali estremamente interessanti, condotti con originalità  e coraggiosa spregiudicatezza. Anche perchè, pur mantenendosi in linea con la cultura delle avanguardie […]

    Read more...
  • Le favolose Mille e una notte

    Wuz, n.1, febbraio 2002   Pier Luigi Vercesi   Le favolose Mille e una notte     Le Mille e una notte è un libro che, forse, non è mai esistito. O, forse, ne sono esistite troppe versioni. Ognuna delle quali ha cercato di uccidere la precedente senza mai riuscirvi.In tre secoli, la storia di […]

    Read more...
  • Le 9 liriche del grande Piccolo

    Wuz, n.2, marzo 2002   Vincenzo Consolo   Le 9 liriche del grande Piccolo     Successe che scesero dai monti sulla costa, dove già  vi erano i castelli, al rumore di ferro del convoglio che affumava gallerie d’aranci, scuoteva torri in disuso ardite sugli scogli, crepavano i muri, cadevano le mensole e gridando cercava […]

    Read more...
  • Le prime di Sbarbaro

    Wuz, n.1, febbraio 2002   Beppe Manzitti   Le prime di Sbarbaro     Camillo Sbarbaro nasce il 12 gennaio 1888 a Santa Margherita Ligure da Carlo, ingegnere e architetto, e da Angiolina Bacigalupo.L’ anno dopo vede la luce la sorella Clelia (Lina), vissuta sempre accanto al fratello che, in Pianissimo, esprimerà  questa speranza : […]

    Read more...
  • I ricercati di Solaria

    Wuz, n.1, febbraio 2002   Olivia Barbella   I ricercati di Solaria   "Poi che mi chiedi il mio parere sull’ edizione delle Fughe…ti dirò che io, e con me le poche persone alle quali ho fatto vedere l’ esemplare slegato che mi hai inviato, siamo tutti rimasti semplicemente ammirati. Del resto Solaria stampa sempre […]

    Read more...
  • La grandezza oscurata di Vittorio Bodini

    Wuz, n.1, gennaio-febbraio 2006   Armando Audoli   La grandezza oscurata di Vittorio Bodini     Tanto per cominciare, ripeteremo con Onofri che non esistono poeti ma istanti di poesia. Sarà  forse per questo dunque, per la natura in sé volatile dell’ istante, che quasi nessuno sembra aver colto la superba grandezza della poesia di […]

    Read more...
  • Sergio Corazzini all’ombra del sole

    Wuz, n.3, maggio-giugno 2005   Armando Audoli   Sergio Corazzini all’ombra del sole   Sergio Corazzini non è un poeta crepuscolare : è il poeta crepuscolare. Nel senso che del crepuscolarismo è l’anima stessa, sfinita e graffiante insieme, mistica e terragna, spirituale e minuziosamente minimalista (ah, il soliloquio delle piccole cose!); nel senso che del […]

    Read more...
  • Les Fleurs du mal di Charles Baudelaire

    Wuz, n.3, maggio-giugno 2005   Beppe Manzitti   Les Fleurs du mal di Charles Baudelaire     "Ces fleurs maladives" come li chiamava Baudelaire nella dedica a stampa a Théophile Gautier "Au poète impeccable / au parfait magicien ès langue francaise / à  mon très cher et très vénéré / maitre et ami", furono messi […]

    Read more...
  • La breve scia luminosa della Cometa

    Wuz, n. 3, maggio-giugno 2005   Hilarius Moosbrugger   La breve scia luminosa della Cometa     Non è insolito che l’arte si sposi alla letteratura e che il matrimonio crei un risultato non solo di cultura, ma anche di commercio. Che vi sia una donna alle spalle, motore e spinta dell’iniziativa, aristocratica oltre che […]

    Read more...
  • Aubrey Beardsley dagli inizi a Salomé

    Wuz, n. 10 dicembre 2003 Santo Alligo   Aubrey Beardsley dagli inizi a Salomé     Ai limiti dell’ anoressia, il corpo curvo, la carnagione bianchissima, la fronte nascosta dalla frangia rossa sopra un naso adunco, una forte inclinazione per il grottesco, l’ ambiguo, l’ irriverente, il morboso, dandy raffinato, esteta intransigente, amato e odiato, […]

    Read more...
  • La poesia leggendaria di Jules Laforgue

    Wuz, n. 10 dicembre 2003   Armando Audoli   La poesia leggendaria di Jules Laforgue     Uruguay,Montevideo, 16 agosto 1860 : lo stesso giorno in cui Giardini Naxos ospitò Garibaldi con Nino Bixio e il suo Stato Maggiore, a meno di un anno dalla proclamazione del Regno d’ Italia, emetteva letteralmente i primi vagiti […]

    Read more...
  • Le prime di Vitaliano Brancati

    Wuz, n.10 dicembre 2003   Lucia di Maio   Le prime di Vitaliano Brancati     La sera del 24 luglio 1907 Vialiano Brancati nasce a Pachino : il destino mostra di aver ben compreso lo spirito dell’artista scegliendo un luogo che certamente contribuirà  a sviluppare l’ispirazione dell’opera sua. Vincenzo Epifanio, nella voce dell’ enciclopedia […]

    Read more...
  • Caro Verne, caro Hetzel

    Wuz n. 10 dicembre 2003   Hilarius Moosbrugger   Caro Verne, caro Hetzel       Forse mai, nella storia dei rapporti fra autore e editore, s’è vista un’ osmosi così stretta, una relazione d’idee così consonanti, quasi uno scambio di ruoli, paragonabile a quella che per venticinque anni si è sviluppata tra Jules Verne […]

    Read more...
  • Il padreterno dei nottambuli Pierangelo Baratono

    Wuz, n.4, luglio-agosto 2004   Armando Audoli   Il padreterno dei nottambuli Pierangelo Baratono     Imberbe e precocemente canuto, alto e ondeggiante, in testa un largo cappello floscio d’una stranezza tutta particolare e alle labbra una sigaretta in fila all’altra, senza tregua : noi possiamo immaginarcelo, a Genova, dandy perverso e infantile, passeggiare in […]

    Read more...
  • Le prime di Savinio

    Wuz, n° 3, aprile 2002   Hilarius Moosbrugger   Le prime di Savinio   Savinio è un ricordo di gioventù. Nella libreria di casa, su un ripiano a mezza altezza, vedevo tre libri dalle copertine colorate che risaltavano allegramente rispetto al colore uniforme degli altri volumi.Salivo su una sedia per guardarli da vicino, leggevo il […]

    Read more...
  • The Old Man and the Sea di Hemingway

    Wuz, n. 3, aprile 2002   Beppe Manzitti   The Old Man and the Sea di Hemingway     L’ otto settembre del 1952 la Charles Scribner’ s  Sons di New York, la storica casa editrice di Hemingway, metteva in vendita al prezzo di copertina di 3 $, le copie stampate (50.000) del romanzo breve […]

    Read more...
  • La prosa in musica di Bruno Barilli

    Wuz, n.5, settembre-ottobre 2005   Hilarius Moosbrugger   La prosa in musica di Bruno Barilli       Chi era Bruno Barilli ? Era musicista, poi critico musicale, poi scrittore. Usava le parole come suoni oltre che come concetti – "grandine e spruzzata di rubini e diamanti" diceva Emilio Cecchi – e le collezionava in […]

    Read more...
  • Ask the dust di John Fante

    wuz, n.5 settembre-ottobre 2005   Armando Audoli   Ask the dust di John Fante     Elio Vittorini, Pier Vittorio Tondelli, Gianni Amelio, Sandro Veronesi, Alessandro Baricco, Vinicio Capossela…e potrebbe continuare, forse, con qualche altro nome d’ eccezione la singolare ed eterogenea teoria dei nostri grandi iniziati al culto di John Fante. Culto che si […]

    Read more...
  • Le prime di Caproni

    Wuz, n.4, maggio 2002 Hilarius Moosbrugger   Le prime di Caproni     "Anima mia, leggera / và  a Livorno ti prego. / E con la tua candela / timida, di nottetempo, / perlustra e scruta e scrivi / se per caso Anna Picchi / è ancora viva tra i vivi." Sarebbe bello andare a […]

    Read more...
  • Vita editoriale e letteraria di Giovanni Arpino

    Wuz, n.3, maggio-giugno 2007 Valeria Vallini Vita editoriale e letteraria di Giovanni Arpino     Il caso di uno scrittore poliedrico e affascinante come Giovanni Arpino resta, nella letteratura italiana del secondo Novecento, un caso "imbarazzante", imbarazzante perchè "atipico". Queste le parole esatte utilizzate da Guido Piovene per definire il percorso assolutamente originale dello scrittore […]

    Read more...
  • L’affabulazione scritta di Piero Chiara

    Wuz, n. 6, novembre-dicembre 2006   Hilarius Moosbrugger   L’affabulazione scritta di Piero Chiara     Esistono persone che hanno il dono del raccontare. Fatti, personaggi, ricordi, ambienti, tutto viene usato a pretesto per il piacere di parlare. In un gruppo di amici, di solito a tavola, la cosa riesce particolarmente bene perchè chi ascolta […]

    Read more...
  • Alfred Kubin, l’altra parte della realtà 

    Wuz, n. 5, settembre-ottobre 2006     Hilarius Moosbrugger     Alfred Kubin l’altra parte della realtà      Si può essere collezionisti di tutto. Indubbiamente però, un collezionista di sogni e di incubi, è un caso particolare. Vivere nei sogni di notte e di giorno, vivere per raccontarli in disegno e scrittura, e raccoglierli […]

    Read more...
  • The Catcher in the Rye di Salinger

    Wuz, n. 9, novembre 2002   Armando Audoli   The Catcher in the Rye di Salinger   Ogni anno, ai primi accenni della stagione estiva, le vetrine delle librerie d’ Italia improvvisamente si imbiancano tutte : distese, allineate con ordine, disposte a ventaglio, impilate o sparpagliate come la spuma di una libresca cascata, le candide […]

    Read more...
  • La Hogarth Press, ovvero Virginia & Leonard SpA

    Wuz n. 1, gennaio-febbraio 2007   Hilarius Moosbrugger   La Hogarth Press, ovvero Virginia & Leonard SpA       Una delle più note e, dal punto di vista letterario, delle più raffinate case editrici inglesi, The Hogarth Press, nacque come empirica cura alla nevrosi della più famosa scrittrice inglese del Novecento, Virginia Woolf.Il primo […]

    Read more...
  • Bruno Schulz due libri, un mito

    Wuz n. 2, marzo-aprile 2006   Hilarius Moosbrugger   Bruno Schulz due libri, un mito       " Uno gnomo, un uomo minuscolo, macrocefalo, troppo spaurito per avere il coraggio di esistere, un espulso dalla vita, uno che si defila sempre alla periferia dell’ esistenza ".Questo,  nelle parole di Witold Gombrowicz, è il ritratto […]

    Read more...
  • Bino Rebellato editore e poeta in Cittadella

    Wuz n.2, marzo-aprile 2007   Pasquale Di Palmo   Bino Rebellato editore e poeta in Cittadella     L’ attività  di Bino Rebellato, svoltasi all’ interno delle mura di Cittadella, il suo paese natale in provincia di Padova, si è divisa in due settori, separati e complementari al tempo stesso : l’ editoria e la […]

    Read more...
  • Libri e vita di Robert Walser minimalista estremo

    Wuz, n.2 marzo-aprile 2007   Hilarius Moosbrugger   Libri e vita di Robert Walser minimalista estremo     Non occorre essere grafologo per dedurre il carattere di Robert Walser dalla sua calligrafia. Walser scriveva su pezzi di carta sparsi, pagine di taccuino, buste rovesciate, piccole tessere rettangolari, usando segni minutissimi e affollatissimi. Simile in questo, […]

    Read more...
  • Lungarno Series e Pino Orioli

    Wuz n.4, luglio-agosto 2007   Mattia Di Taranto   Lungarno Series e Pino Orioli     Nell’ autunno del 1927, amareggiato dal rifiuto dell’ editore Secker e deciso a pubblicare privatamente il testo integrale del suo romanzo Lady Chatterley’s Lover, lo scrittore David Herbert Lawrence si rivolse ad un libraio antiquario che aveva incidentalmente incontrato […]

    Read more...
  • La magia dell’anima Angelo Maria Ripellino

    Wuz, n.4, luglio – agosto 2007   Pasquale Di Palmo     La magia dell’anima Angelo Maria Ripellino     Quasi trent’ anni fa, il 21 aprile 1978, si spegneva a Roma uno dei nostri intellettuali più versatili e funambolici. Poeta, saggista, traduttore, docente universitario, critico teatrale, giornalista, Angelo Maria Ripellino ha attraversato, con le […]

    Read more...
  • La febbre di scrivere del sorprendente Orwell

    Wuz, n. 4, luglio / agosto 2007   Hilarius Moosbrugger   La febbre di scrivere del sorprendente Orwell     Gli inglesi usavano un’ espressione particolare per definire gli abitanti dei paesi a loro soggetti, o coloro che, semplicemente, non erano inglesi : li chiamavano natives.Native era un indiano, un malese, ma anche un francese […]

    Read more...
  • Le pregiate pubblicazioni della principessa Caetani

    Wuz n. 6, luglio / agosto 2003   Hilarius Moosbrugger   Le  pregiate  pubblicazioni della principessa  Caetani     "She does everything well. She touches nothing that she doesn’t adorn", è il commento del cugino Ralph in lode di Isabel Archer nel romanzo The Portrait of a Lady di Henry James. Potrebbe adattarsi perfettamente a […]

    Read more...
  • The Hobbit di J.R.R. Tolkien

    Wuz, n.8 ottobre 2003 Armando Audoli   The Hobbit di J.R.R. Tolkien   Truccato dalla speciale fantasia effettistica di Peter Jackson (eccentrico visionario, precoce e sensibile talento neozelandese del bad taste cinematografico), amplificato dal clangore di epiche battaglie in dolby digital e sbandierato a giorni alterni su tutte le gazzette di tutto il mondo, il […]

    Read more...
  • Cyril Connolly e il mondo di ‘Horizon’

    Wuz n. 8, ottobre 2003   Hilarius Moosbrugger   Cyrill Connolly e il mondo di " Horizon "   L’ 11 gennaio del 1940 l’ Inghilterra era da quattro mesi in guerra con la Germania e a sei dall’ inizio del conflitto con l’ Italia. In questi sei mesi il Terzo Reich avrebbe occupato Danimarca […]

    Read more...
  • Le strade editoriali dell‘avventuroso Comisso

    Wuz n. 6, novembre / dicembre 2007 Pasquale  Di Palmo Le strade editoriali dell’ avventuroso Comisso   " Giovanni Comisso, fin dal primo libretto stampato a sue spese, ebbe la certezza che occuparsi di letteratura era un lavoro che doveva esser pagato come tutti gli altri. Niente gratificazioni che non fossero anche contabili. Da qui […]

    Read more...
  • Un vulcano di campagna, Cesare Zavattini

    Wuz n.3, maggio / giugno 2006   Hilarius Moosbrugger   Un vulcano di campagna, Cesare Zavattini     Il padre e la madre di Zavattini concepirono il figlio dentro una grande botte vuota nella cantina di casa a Luzzara. In seguito, come usava, si sposarono e Cesare nacque regolarmente il 20 settembre 1902.Ci fosse bisogno […]

    Read more...
  • Le vite brevi di Ezio Comparoni Silvio D’Arzo & C.

    wuz n. 6 novembre-dicembre 2007 di Hilarius Moosbrugger L’ uso di pseudonimo, se non è cautela dovuta a malaffare, è un felice strumento protettivo, anzi di più, una magìa che di volta in volta porta in un mondo immaginario ma non irreale, dove le difficoltà  si superano e le ansie si attenuano. Silvio D’Arzo, alias […]

    Read more...
  • La complessa frivolezza di Ronald Firbank

    Wuz n.3, maggio – giugno 2007   Hilarius Moosbrugger   La complessa frivolezza di Ronald Firbank       L’ Inghilterra, tra gli ultimi anni dell’ Ottocento e i primi del Novecento, visse un periodo felice.La potenza dell’ impero, la vivacità  industriale, la società  assestata permettevano una grande facilità  d’esistenza, mai più ritrovata dopo che […]

    Read more...
  • La poesia e altri libri di Mario Luzi

    Wuz n.4, luglio-agosto 2005     Maddalena Martinoli    La poesia e altri libri  di Mario Luzi       Mario Luzi inizia a scrivere poesie giovanissimo e si appassiona alla letteratura fin da bambino: egli passa dalla quarta elementare al ginnasio a soli dieci anni. Già  all‘età  di nove anni si confronta con i […]

    Read more...
  • Antonio Delfini amato dimenticato

    Wuz 6 novembre 2005 Hilarius Moosbrugger Antonio Delfini amato dimenticato Delfini nacque orfano di padre. Cinquant’ anni dopo, per ragioni burocratiche, dovette riesumare la salma : “Intatto nel viso nel corpo, nella barba, nei capelli (così come risultò all’apertura della cassa, nel cimitero di Modena, la mattina del 10 febbraio 1962) egli si lasciò vedere […]

    Read more...
  • L’avventurosa poesia di Lorenzo Da Ponte

    Wuz n.4, luglio-agosto 2005   Laura  Nicora   L‘avventurosa poesia di Lorenzo Da Ponte     Nacque nel 1749 a Ceneda, l‘attuale Vittorio Veneto, non con il nome di Lorenzo e neppure con quello di Da Ponte: si chiamava in realtà  Emmanuel Conegliano. Viveva con pochealtre famiglie nel ghetto di Ceneda insieme al padre Geremia […]

    Read more...
  • Prime edizioni di Antonin Artaud

    Wuz n. 7, settembre 2003 Pasquale di Palmo   Prime edizioni di Antonin Artaud       Artaud osserva i vascelli delle nuvole e balbetta,  mentre mi recita le sue primepoesie. Anaà¯s Nin, Diario I (1931-1934)   Scrivere un servizio sulle edizioni originali di Antonin Artaud non è un‘impresa semplice, in quanto l‘autore marsigliese aveva […]

    Read more...
  • La Divina Commedia in folio

    Wuz n. 4, luglio-agosto 2005 Piero Scapecchi La Divina Commedia in folio L‘edizione della Commedia con il commento di Cristoforo Landino, monumentale in folio, edita a Firenze da Niccolò Tedesco nel 1481 (IGI 360), è la risposta a quella milanese di Nidobeato e la riaffermazione della fiorentinità  del capolavoro dell‘Alighieri. Questo esemplare di dedica alla […]

    Read more...
  • Biblioteca Comunale Forteguerriana, Pistoia

    Wuz n. 3, aprile 2003Maurizio Vivarelli Biblioteca Comunale Forteguerriana, Pistoia La fondazione della Biblioteca Forteguerriana, una delle più antiche in Italia, è tradizionalmente datata al 1473, quando, in seguito ad una donazione del cardinale Niccolò Forteguerri (1419-1473) viene istituita la Pia Casa di Sapienza con l‘annesso Collegio Forteguerri.Con il munifico atto del cardinale le autorità  […]

    Read more...
  • Le prime di Arturo Onofri

    Wuz n. 7, settembre 2003 Armando Audoli Le prime di Arturo Onofri   Alto ma non austero, sebbene sovente vestito di scuro; sobrio e lunatico, ma sempre controllato; signorile e sorridente, malgrado, sul suo volto, “sorridente” facesse rima con “dolente”; rugosa la fronte come quella dei cinesi sapienti e freddi gli occhi, distaccati e luminosi […]

    Read more...
  • La femme 100 tàªtes di Max Ernst

    Wuz n. 3, aprile 2003 Giorgio Maffei   La femme 100 têtes di Max Ernst     Uno che di arte e di artisti se ne intendeva, Man Ray, ebbe a dire di Max Ernst: “Ha ficcato un dito nell’occhio della storia e ha dato un calcio nel sedere alla pittura”. Difficile riassumere meglio ed […]

    Read more...
  • L’autore editore illustratore artista Leo Longanesi

    Wuz n. 3, aprile 2003   Hilarius Moosbrugger   L’autore editore illustratore artista Leo Longanesi     Longanesi è un paradosso a cominciare dal nome: “àˆ fatto di un cognome che si porta a spasso un nome, come un cagnolino; e non a caso si tratta di un nome minuscolo e paffuto, come quei minicani […]

    Read more...
  • I ricercati della Meridiana

    Wuz n. 6, luglio-agosto 2002   Carlo Isnenghi    I ricercati della Meridiana     “Gli uomini pratici hanno sempre dimostrato un certo disprezzo per i poeti. E, viceversa, i letterati hanno sempre avuto poca comprensione per la tecnica”. àˆ Eugenio Luraghi che dice questo. Ma lo dice con l‘intento di contraddire questa affermazione, provare […]

    Read more...
  • Les mains libres di Man Ray e Paul à‰luard

    Wuz n. 3, aprile 2003 Beppe Manzitti   Les mains libres di Man Ray e Paul Éluard     Man Ray dessine pour être aimé. (dalla prefazione di Paul Éluard a Les mains libres)     “Nei tre anni che precedettero l’ultima guerra, d’estate ci riunivamo sempre sulle spiagge del sud della Francia, come una […]

    Read more...
  • Le prime edizioni di Buzzati

    Wuz n. 6, luglio-agosto 2002 Lucia Di Maio Le prime edizioni di Buzzati   Elegante e complesso nello spirito, Dino Buzzati rimase sempre, benché milanese anche, veneziano. La madre, Alba Mantovani, era l’ultima discendente di una antica famiglia dogale, quella dei Badoer. Avo suo fu quel Federico Badoer che fondò, nel Cinquecento e nella sua […]

    Read more...
  • Sto al primo posto

    Wuz n. 6, luglio-agosto 200 Ferruccio Giromini   Sto al primoposto     Corpo allampanato e ciondolante. Testa a uovo con occhioni sbarrati e naso squadrato e storto. Giacca lunga rossa con mantellina (la si chiamava “pellegrina”) e cappelluccio a bombetta, anch’esso scarlatto. Ampie brache bianche da marinaio. Lunghissime scarpe strette da pagliaccio chic, rosse […]

    Read more...
  • Le prime edizioni di Carlo Linati

    Wuz n. 3, aprile 200 Armando Audoli   Le prime edizioni di Carlo Linati   Carlo Linati non amava particolarmente l‘etichetta di “scrittore lombardo”: la avvertiva stretta, appena giusta, appiccicata con facilità  e indiscrezione. Non amava le etichette in generale, lui, il lariano, il comacino, il lacustre Linati, che, intorno al 1908, fra i tavoli […]

    Read more...
  • Distruggere Dinamite Rossa e Nera di Fillia

    Wuz n. 6, luglio –agosto 2002  Raimondo Di Maio   Distruggere Dinamite Rossa e Nera di Fillia   Nel gennaio 1921 Antonio Gramsci sull’“Ordine nuovo” (che cominciava la nuova serie quotidiana nata dalla fusione con l’“Avanti!”) pubblicò l’articolo Marinetti il rivoluzionario?. L’intervento testimoniava il rinnovato interesse per il futurismo e al contempo come il movimento […]

    Read more...
  • Die Verwandlung di Kafka

    Wuz n. 6, luglio-agosto 2002 Armando Audoli   Die Verwandlung di Kafka     “Gregor Samsa, svegliandosi una mattina da sogni agitati, si trovò trasformato, nel suo letto, in un enorme insetto immondo. Riposava sulla schiena, dura come una corazza, e sollevando un poco il capo vedeva il suo ventre arcuato, bruno e diviso in […]

    Read more...
  • Life and Work di Piero Manzoni

    Wuz n. 6, luglio-agosto 2002 Giorgio Maffei   Life and Work di Piero Manzoni     “Non ci si stacca dalla terra correndo o saltando; occorrono le ali; le modificazioni non bastano: la trasformazione dev’essere integrale”. Questa dichiarazione di Piero Manzoni, pubblicata nel 1960, nel n. 2 della sua rivista “Azimuth”, non ammette mediazioni. L’esigenza […]

    Read more...
  • Ugo Foscolo e le prime edizioni delle Ultime Lettere

    Wuz n. 6, luglio-agosto 2002 Daniele Bresciani     Ugo Foscolo e le prime edizioni delle Ultime Lettere     Nel 1802 Ugo Foscolo ha 24 anni. Ma il paragone con il ventiquattrenne medio dei nostri giorni risulterebbe impietoso per quest’ultimo. Il pur giovane Foscolo del 1802 è, in realtà, un uomo sotto ogni punto […]

    Read more...
  • Le prime edizioni di Giuseppe Vannicola

    Wuz n. 5, giugno 2002   Armando Audoli   Le prime edizioni di Giuseppe Vannicola     Uno schizzo appena tratteggiato e dolcemente affettuoso, una nota buttata lì (senza impegno, con nonchalance, ma delicatamente), un appunto ““ sparso su uno dei numerosi foglietti persi fra le pagine del Journal di Gide (1) ““ ci porge […]

    Read more...
  • I ricercati delle edizioni Streglio

    Wuz n. 8, ottobre 2002 Armando Audoli   I ricercati delle edizioni Streglio   Streglio… Il nome stride un po’ tra lingua e palato, prima di sciogliersi in bocca come molte specialità torinesi: come il cuore di una caramella al ratafià, come la polpa candita del marron glacé, come un fondant… Dolci parole, pallide parole […]

    Read more...
  • La prima Saffo di Alessandro Verri

    Wuz n. 5, maggio 2003 Giovanni Biancardi La prima Saffo di Alessandro Verri Succede spesso di rinvenire false indicazioni di stampa in opere impresse nel secolo XVIII, e anche in scritti assai noti, come Alcune rime di Ripano Eupilino (alias Giuseppe Parini), spacciate al pubblico come opera londinese dello stampatore Giacomo Tomson, o Meditazioni sulla […]

    Read more...
  • D’un voyage au pays des Tarahumaras di Antonin Artaud

    Wuz n. 8, ottobre 2002 Pasquale di Palmo D’un voyage au pays des Tarahumaras di Antonin Artaud Il 10 gennaio 1936, profondamente segnato dall’insuccesso della rappresentazione della tragedia Les Cenci che avrebbe dovuto manifestare le sue teorie sul “teatro della crudeltà” al grande pubblico, Antonin Artaud si imbarca alla volta del Messico, con il proposito […]

    Read more...
  • Un Foscolo in coda a Parini

    Wuz n. 7, settembre 2002 Giovanni Milani   Un Foscolo in coda a Parini Alcuni anni or sono, frugando come spesso faccio fra le pile di volumi esposti in un piccolo mercato di cose vecchie e di antiquariato, nei pressi di Milano, mi cadde l’occhio, distrattamente quasi, sopra una tarda edizione delle poesie del Parini, […]

    Read more...
  • Restauro di La famosa invasione degli orsi in Sicilia di Buzzati

    Wuz, n. 7, settembre 2002 Elena Allodi Restauro di La famosa invasione degli orsi in Sicilia di Buzzati   i La legatura del volume è complessa: in origine presentava una bellissima sopracoperta illustrata dallo stesso Buzzati in carta patinata, che nella maggior parte degli esemplari è andata perduta; i piatti sono in cartone a legno […]

    Read more...
  • Core Napulitano di De Amicis

    Wuz n. 5, giugno 2002 Raimondo Di Maio   Core Napulitano di De Amicis Antonio Fortunato Stella colloca la contraffazione di un’edizione di un libro al primo posto delle cinque categorie, nelle quali ripartisce le dannose ristampe – pirata e definisce gli autori “i corsari della letteratura (ché tali van chiamati e chiamerò sempre gli […]

    Read more...
  • Uno, due, tanti Totò

    Wuz n. 8, ottobre 2002 Raimondo DiMaio   Uno, due, tanti Totò Un solo libro ha firmato veramente Totò: l’indimenticabile ’A livella. Poesie napoletane. Il titolo fu scelto dal tanatofobico e tragicomico poemetto che apriva la raccolta. Totò non aveva la vocazione della scrittura e mai ha scritto testi per il teatro o il cinema, […]

    Read more...
  • Il Sacramentario di Frontale

    Wuz n. 8, ottobre 2002 Piero Scapecchi Il Sacramentario di Frontale Un gioiello è sempre bellezza e valore, una legatura gioiello aggiunge tali qualità, con forza ancor maggiore, alla cultura e alla storia offerta dal testo tramandato. Il Sacramentario è una raccolta di testi liturgici che ha preceduto nel tempo il formarsi del messale. Il […]

    Read more...
  • Amori di Dossi

    Wuz n. 5, giugno 2002 Armando Audoli Amori di Dossi   Se è vero che per avvicinare e avvicinarsi a un mostro sacro bisognerebbe coglierne il tratto particolare, marginale (giusto un pizzico di grandezza), e se è altrettanto vero che per mettere in valore la qualità  riposta di un cosiddetto minore si dovrebbe carpire, amplificandolo […]

    Read more...
  • The hunting of the Snark di Carroll

    Wuz n. 7, settembre 2002 Armando Audoli The hunting of the Snark di Carroll “For the Snark was a Boojum, you see” è l’ultimo (ma anche il primo) verso di un poemetto complesso e spiazzante, che ci obbliga a cominciare dal fondo. La traccia di un percorso a ritroso proviene dall’autore stesso, dalla rievocazione di […]

    Read more...
  • Saint Exupery e le Petit Prince, nato Little Prince

    Wuz n. 5, maggio 2003   Armando Audoli Saint Exupery e le Petit Prince, nato Little Prince       Un volo di notte. Vol de nuit, alla lettera. Due parole con in mezzo una preposizione, semplicemente: ed ecco – dalla folgorazione di un titolo – il senso sospeso e misterioso della vita di un […]

    Read more...
  • Le prime edizioni di Clemente Rebora

    Wuz n. 5, maggio 2003 Roberto Cicala Le prime edizioni di Clemente Rebora L’uscita recente, dopo lunga attesa, della Bibliografia reboriana per i tipi di Leo S. Olschki è l’occasione per riprendere in mano le rarissime prime edizioni del poeta, stimolati da una non usuale sezione iconografica di frontespizî e copertine inserita dall’editore a testimonianza […]

    Read more...
  • L’imbrattapagine Ralph Steadman

    Wuz n. 5, giugno 2002 Ferruccio Giromini L’imbrattapagine Ralph Steadman Ha pochissimi titoli tradotti nel nostro paese, eppure i suoi estimatori italiani non si fanno mancare i suoi numerosi libri, collezionandoli con malcelato orgoglio direttamente nelle edizioni originali inglesi. Peraltro, trattandosi di un autore che si esprime più con le immagini che con le parole, […]

    Read more...
  • Le avventure di capitan Yambo

    Wuz n. 8, ottobre 2002 Ferruccio Giromini Le avventure di capitan Yambo Nelle comode categorie della nostra immaginazione, la fine dell’Ottocento è anche l’era della grande industrializzazione dell’Occidente, il tempo trionfale delle invenzioni, lo spettacolo positivista delle Grandi Esposizioni, l’epopea del “capitalismo avventuroso”, l’imporsi del colonialismo non solo come azione di sfruttamento economico del Terzo […]

    Read more...
  • Le forme intelligenti di Duilio Cambellotti

    Wuz n. 7, settembre 2002 Ferruccio Giromini   Le forme intelligenti di Duilio Cambellotti “Nel ceto degli artisti io sono stato sempre un irregolare. Non ho frequentato scuole, non ho avuto maestri. Sono un autodidatta”. Esordisce così Duilio Cambellotti, in un testo autobiografico scritto per un’enciclopedia nel 1954, ma che rimase inedito fino al 1978, […]

    Read more...
  • Anita Pittoni, un libro in 10 copie, El Passeto

    Wuz n. 5, maggio, maggio 2003 Pasquale Di Palmo Anita Pittoni, un libro in 10 copie, El passeto El passeto è considerato il piccolo capolavoro di Anita Pittoni, indimenticabile figura della Trieste novecentesca che diede vita a quello straordinario progetto editoriale che risponde al nome delle Edizioni dello Zibaldone. Anita Pittoni coltivò anche in proprio […]

    Read more...
  • I miserabili di Victor Hugo

    Wuz n. 9. Novembre 2002 Giuliano Vigini I miserabili di Victor Hugo Nel bicentenario della nascita di Victor Hugo (1802-1885) numerosi contributi sono stati dedicati all’autore di tante grandi opere, ma passato alla storia soprattutto per Les Misérables. Il romanzo, dopo lunghi anni di gestazione (la prima versione si chiamava Les Misères e sarà pubblicata […]

    Read more...
  • La prima e le altre dei Promessi Sposi

    Wuz n. 8, ottobre 2002 Daniele Bresciani La prima e le altre dei Promessi Sposi Oltre vent’anni per portare a termine un’opera. Per l’esattezza, 21 anni e 7 mesi: tanto tempo trascorre tra l’avvio della prima stesura e la pubblicazione dell’ultimo fascicolo dell’edizione definitiva di quello che con ogni probabilità è il romanzo più celebre […]

    Read more...
  • Scritto sul muro di Gastone Novelli

    Wuz n.5, maggio 2003 Giorgio Maffei Scritto sul muro di Gastone Novelli “Queste pagine saranno scritte nel segno dell’anti-nozione, non si potranno né guardare né leggere per abitudine, le parole che vi saranno segnate nascono da sole e così le macchie e i graffi che vi si andranno raggrumando. Scritto con un alfabeto ancora da […]

    Read more...
  • Verdi e i libretti d’opera

    Wuz n. 5, maggio 2003 Laura Nicora Verdi e i libretti d’opera È pregiudizio comune che i libretti d’opera appartengano a un genere letterario minore, di natura popolare e di modesto valore, composti da poeti, i librettisti, considerati generalmente improvvisatori. A prima vista il libretto d’opera appare come un prodotto editoriale effimero; pubblicato generalmente in […]

    Read more...
  • I ricercati delle edizioni Lettere d’oggi

    Wuz n. 5, maggio 2003 Giuseppe Iannaccone I ricercati delle edizioni Lettere d’oggi Di certe figure della letteratura italiana del Novecento è come se sfuggisse la fisicità. Si prova un’evidente difficoltà quando si cerca di misurarne l’incidenza, perché gli unici appigli oggettivi, cioè i loro sporadici libri, le creazioni concrete del loro ingegno non li […]

    Read more...
  • Le prime edizioni di Marinetti

    Wuz n. 7, settembre 2002 Paolo Tonini Le prime edizioni di Marinetti La conquête des étoiles (Paris, Éditions de la Plume, 1902) è il primo libro di Filippo Tommaso Marinetti (per l’anagrafe Filippo Achille Emilio Marinetti, Alessandria d’Egitto 1876, – Bellagio, 1944). Il titolo è già il programma di ogni avanguardia, e sia pure di […]

    Read more...
  • Le prime edizioni di Carlo Emilio Gadda

    Wuz n. 8, ottobre 2002 Hilarius Moosbrugger Le prime edizioni diCarlo Emilio Gadda Anni fa, a Milano, in una via un po‘ fuori mano, si trovava lo studio di un libraio agli inizi della sua carriera. La libreria era interna. Si suonava a un portone anonimo e si entrava attraverso una porta stretta; tutto l‘ambiente […]

    Read more...
  • Twentysix Gasoline Stations di Edward Ruscha

    Wuz n. 8, ottobre 2002 Giorgio Maffei Twentysix Gasoline Stations di Edward Ruscha Nella complessa storia del libro d’artista del Novecento c’è un preciso punto di cerniera che raccorda le opere in forma di libro delle avanguardie storiche con la successiva esuberante produzione che caratterizza l’arte degli anni Sessanta e Settanta. Nell’aprile del 1963, un […]

    Read more...
  • Le prime edizioni di Tommaso Landolfi

    Wuz n. 1, gennaio-febbraio 2003   Pasquale Di Palmo Le prime edizionidi Tommaso Landolfi     Per chi, come il sottoscritto, si è recato in pellegrinaggio, in tempi non sospetti, a Pico, paesino sperduto in provincia di Frosinone che diede i natali a Tommaso Landolfi, scrivere un servizio sulle prime edizioni di questo scrittore non […]

    Read more...
  • Giacomo Leopardi, La prima volta dei Canti

    Wuz n. 10, dicembre 2002 Daniele Bresciani Giacomo Leopardi, la prima volta dei Canti     Non sfoggiano le sontuose illustrazioni di alcune opere dell‘Ottocento francese o inglese, né vantano l‘eleganza dei volumi usciti più o meno negli stessi anni dai torchi bodoniani. Le ricche legature qui lasciano il posto a brossure semplici, quasi dimesse, […]

    Read more...
  • Cara mamma, tuo Gabriele

    Wuz n. 10, dicembre 2002 Armando Audoli Cara mamma, tuo Gabriele. Lettere inedite di D’Annunziio   Non sembrava certo una di quelle sfingi fine secolo, quali Khnopff già dipingeva a Bruxelles, Luisa De Benedictis, madre e ispiratrice di Gabriele D’Annunzio, l’esagitato Lupetto della Maiella che a lei soltanto fu fedele senza riserve, fino all’ultimo respiro. […]

    Read more...
  • Imbonati Opera Prima del giovane Manzoni

    Wuz n. 5, maggio 2003 Daniele Bresciani Imbonati opera prima del giovane Manzoni Quando, nella seconda metà del 1805, cominciò a comporre il carme In morte di Carlo Imbonati, Alessandro Manzoni aveva da poco compiuto i vent’anni. Non fu questa la prima opera poetica del letterato milanese, che tra il 1801 e il 1804 aveva […]

    Read more...
  • I ricercati dell’editore Schwarz

    Wuz n. 7, settembre 2002 Hilarius Moosbrugger   I ricercati dell’editore Schwarz Per conoscere Arturo Schwarz, editore, poeta, studioso d’arte e d’alchemia, sono andato a casa sua in via Giuriati, deliziosa strada tra liberty e déco nel vecchio quartiere dell’Acquabella a Milano. Schwarz è un anziano giovane signore con una vitalità e uno spirito che […]

    Read more...
  • I ricercati delle edizioni della Voce

    Wuz n. 5, giugno 2002 Olivia Barbella I ricercati delle edizioni della Voce “Sarà dentro il mese dato alla luce come nostra edizione il volume di Gaetano Salvemini: Il Ministro della mala vita, contenente un vivace studio documentato sulle condizioni elettorali nel Mezzogiorno. Vi si trovano riuniti scritti di N. Colajanni e G. De Felice. […]

    Read more...
  • La mariée mise à  nu par ses célibataires màªme di Duchamp

    Wuz n. 7, settembre 2002 Giorgio Maffei La mariée mise à nu par ses célibataires même di Duchamp       Nella collezione Arensberg del Philadelphia Museum of Art è custodita una delle più enigmatiche espressioni dell’arte del Novecento, è intitolata La mariée mise à nu par ses célibataires, même, ma è universalmente nota come Il […]

    Read more...
  • An Anthology di Fluxus

    Wuz n. 10, dicembre 2002 Giorgio Maffei An Anthology di Fluxus Definire Fluxus è definire l’indefinibile. Ci provarono gli stessi artisti stilando un decalogo: “Fluxus è: 1) un’attitudine verso l’arte, 2) più importante di quanto non crediate, 3) meno importante di quanto non crediate, 4) leggere il giornale di un altro attraverso un buco fatto […]

    Read more...
  • Le peintre et graveur Louis Legrand

    Wuz n. 10, dicembre 2002 Santo Alligo Le peintre et graveur Louis Legrand     Prima di incominciare a parlare dell’opera incisa e litografata di Legrand, occorrono due premesse, una metodologica e una bibliografica.     Dal punto di vista metodologico, è interesse di questo articolo rivolgersi esclusivamente a libri e album con incisioni originali, escludendo pertanto […]

    Read more...
  • Le prime edizioni di Andrea Zanzotto

    Wuz n.10, dicembre 2002 Pasquale Di Palmo Le prime edizioni di Andrea Zanzotto Affrontare un discorso sulle prime edizioni di Andrea Zanzotto non è un’impresa semplice. Alcune raccolte o plaquettes pubblicate dall’autore di Pieve di Soligo risultano infatti di difficile – se non impossibile – reperimento persino sul mercato antiquario. Ricordo che cominciai ad appassionarmi […]

    Read more...
  • Le visioni di Alvim Corràªa sulla guerra di Wells

    Wuz n. 5, maggio 2003 Santo Alligo   Le visioni di Alvim Corrêa sulla guerra di Wells   La moderna fantascienza nasce nel 1897 con il libro The War of the Worlds, e ha una precisa paternità nell’inglese Helbert George Wells; anzi, lo stesso scrittore situa il primo contatto tra marziani e umani proprio nel […]

    Read more...
  • Die Blendung di Elias Canetti

    Wuz n. 10, dicembre 2002 Bruno Cavallone   Die Blendung di Elias Canetti   La copertina editoriale, in tela figurata, di Die Blendung di Elias Canetti (Vienna-Lipsia-Zurigo, Herbert Reichner Verlag, 1936, anche se il libro in realtà  uscì dalla tipografia Elbemà¼hl di Vienna nell‘ottobre 1935) è tra le più belle del ventesimo secolo, con il […]

    Read more...
  • Letteratura in fiamme – l’incendio del deposito di Belles Lettres

    Wuz n. 7, settembre 2002 Beppe Manzitti Letteratura in fiamme – l’incendio del deposito di Belles Lettres La sera del 29 maggio un incendio inarrestabile sviluppatosi, pare accidentalmente per un corto circuito, nel deposito di libri delle Belles Lettres di Gasny nel dipartimento dell’Eure, distruggeva, insieme al magazzino di 3.000 mq. ove erano custoditi in […]

    Read more...
  • i ricercati delle edizioni dei Guf

    Wuz n. 10, dicembre 2002 Giuseppe Iannaccone I ricercati delle edizioni dei Guf Nella fabbrica del consenso del fascismo, l’orientamento e la valorizzazione delle giovani leve sono indubbiamente recepite come necessità di decisiva importanza: per usare le parole di Mussolini, occorre innanzitutto “preparare spiritualmente tutta la gioventù italiana” e fare in modo che “il principio […]

    Read more...
  • I libri d’artista – Man Ray di Man Ray

    Wuz n. 5, giugno 2002 Giorgio Maffei I libri d’artista – Man Ray di Man Ray Di questo libro non so quasi nulla. Una approfondita lettura delle bibliografie non ha dato alcun risultato, i possibili protagonisti della storia e dello scenario su cui quest’opera si muove hanno scordato tutto. A sfogliarlo si cavano poche informazioni: […]

    Read more...
  • parini e gli schiavi liberati

    Wuz n. 10, dicembre 2002 Giovanni Biancardi   Parini e gli schiavi liberati   Per completare la mia raccolta di testi pariniani, ho cercato per molti anni, anche in biblioteche pubbliche e collezioni private, un opuscolo dal titolo La libertà trionfante, stampato a Milano da Pietro Antonio Frigerio, nel 1750. Ma fino a poche settimane […]

    Read more...