Dopo il successo della prima edizione tenutasi lo scorso febbraio, si rinnova a Cesena Fiere i prossimi 19 e 20 novembre l’appuntamento con C’era una Volta il Libro, evento dedicato al collezionismo cartaceo, libri naturalmente ma anche stampe, carte geografiche, cartoline d’epoca e molto altro.

Imponente la risposta del mercato in questa seconda edizione con la presenza di oltre 90 espositori, provenienti da tutta Italia, con escursioni anche all’estero da Parigi e Maastricht, e del resto non stupisce il successo di questa kermesse che si tiene proprio nella città che fu di Novello Malatesta, che volle nella sua città una delle prime biblioteche pubbliche del mondo,  e del bibliofilo Renato Serra.

Noi siamo andati a curiosare e vi segnaliamo con piacere alcune delle chicche che potrete trovare in esposizione.

toshikata-t MIZUNO TOSHIKATA (Giappone,  1866 – 1908), Tokiwa Gozen fugge nella neve con i suoi tre figli (1884). Xilografia a colori di formato oban trittico (350×735 circa). Galleria Ai Tre Torchi (TO)

 SAVONAROLA Girolamo (SAVONAROLA Hieronymus), Prediche utilissime per Quadragesima del Venerando Padre Frate Hieronymo Savonarola da Ferrara, edizione Lazaro di Soardi di Venezia 1514. Edizione introvabile, censurata dall’inquisizione anche per mezzo di veri e propri ritagli, anche da qui quindi la sua importanza e l’interesse collezionistico. Libreria Editrice Belriguardo (FE)

L’Esperienza Moderna . Rarissima rivista completa di cultura contemporanea, uscita fra il ’57 e il ’59, in 8°, completa in 4 fascicoli, a cura di Gastone Novelli e  Achille Perilli. Sulle sue pagine compaiono testi di Nello Ponente, A.M.Ripellino, Cesare Vivaldi, Fosco Maraini e immagini di Klee, Picabia, Twombly, Ernst, Schwitters, Corpora, Scialoja, Capogrossi, Fontana, Dova, Kline, Tapies e altri. Libreria Baravaj (MI)

ORLANDI Pellegrino Antonio. Abcedario pittorico nel quale compendiosamente sono descritte le patrie, i maestri, ed i tempi ne’ quali fiorirono circa quattro mila professori di pittura, di scultura e d’architettura […]. – In Bologna, per Costantino Pisarri, 1704. Superbo esemplare di una prima rara edizione del capolavoro dell’Orlandi, bestseller di divulgazione storico-artistica ristampato in molte città italiane per tutto il Settecento. «Molto notevole per il tempo suo» [SCHLOSSER 485]. «La piu` comoda fonte» di storia dell’arte fatta «con molta cura» [Cicognara 2169]. Gabriele Maspero Libri Antichi (CO)

POZZI Antonia, Parole Liriche, Milano, Avv. Roberto Pozzi coi tipi di Mondadori stampato a Verona, 1939 Edizione originale stampata in proprio (Avv. Roberto Pozzi). Il volume, pubblicato postumo dal padre, raccoglie le 91 poesie composte dalla Pozzi tra il 1930 e 1938, anno della sua prematura scomparsa. Con un bel ritratto della poetessa all’antiporta protetto da velina, alla terza carta Ex-libris creato dal Cascella per Antonia Pozzi nel 1932, QUESTO esemplare (n. 94/290) risulta stampato su carta speciale di Fabriano, conserva la scheda editoriale, ed è in ottimo stato di conservazione. Librisenzadata (MI)

 BION Nicolas, L’usage des Globes céleste et terrestre, et des Spheres suivant les différens systemes du monde. Précédé d’un Traité de Cosmographie, Guerin et Nyon fis, Paris 1751. Il volume contiene 49 tavole quasi tutte ripiegate e ornamenti xilografati. Titolo e ricchi fregi in oro. La Linea d’Ombra Libreria Antiquaria (RM)

 Non solo libri ma anche due mostre in questa nuova edizione.

La Sgorbia di Pietro Parigi.

Seminatore di dubbi e insegnante di sintesi, Parigi è uno tra i maggiori xilografi italiani del Novecento. Nella sua attività ha prodotto più di 1500 immagini poetiche, alcune delle quali esposte permanentemente presso il museo allestito nella Basilica di Santa Croce di Firenze. Riconosciuto fin da subito dalla critica per il suo segno originale, lento, spigoloso e lontano dal futurismo e da quel liberty dannunziano in voga nella prima metà del secolo, la sua sgorbiaviene consacrata all’eternità perché preziosa anima di libri e riviste importanti.

Ma fu attraverso “Il Dramma Popolare” che Pietro Parigi acquista spessore europeo eseguendo i Diciotto manifesti per i drammi spirituali messi in scena a San Miniato dalle più importanti compagnie europee.

Enrico Versari dello Studio Battaglia di Faenza e Danilo Sartoni curano e portano a Cesena Fiera una mostra di lavori originali provenienti dall’archivio Lotti-Gazzarrini (San Miniato) in grado di immergere il visitatore in un’atmosfera francescana in cui l’arte, il silenzio e la riflessione mistica si fondono.

savonarolaRare edizioni su Giovanni Pascoli

Dedicata ad uno dei più grandi poeti romagnoli, la mostra “Udìa tra i fieni allor allor falciati […] un lungo interminabile poema”, porta a Cesena Fiera l’essenza della poetica di Giovanni Pascoli esponendo alcune delle sue opere principali in rare edizioni degli anni venti e trenta.

La mostra mette in luce il legame indissolubile tra Pascoli e la sua terra d’origine: paesaggio, immagini e profumi legati alla vita sammaurese sono, infatti, la prima fonte di ispirazione per la sua poesia, che negli anni si allarga ad abbracciare le tendenze più innovative del Simbolismo europeo fino a definirsi nell’opera Fanciullino.

Una mostra da non perdere per scoprire un Pascoli che “trasforma” le parole in pennellate impressioniste per rendere con immediatezza le emozioni e cogliere la realtà attraverso i particolari.

 

La mostra mercato è organizzata da Blu Nautilus con la collaborazione dei principali siti specializzati e il patrocinio del Comune di Cesena, della Provincia di Forlì-Cesena e della Regione Emilia Romagna all’interno di “C’era una volta… antiquariato”, principale vetrina di settore della Romagna con cadenza mensile che da 17 anni attrae curiosi e intenditori di articoli di altri tempi: nel restante spazio della fiera, la mostra mercato continua, infatti, nella formula tradizionale con oltre 250 espositori di Antiquariato e Brocantage.

Già prevista una terza edizione per febbraio 2017.

 

@Antonietta Usardi